OCT "En Face"

Le iscrizioni al convegno sono chiuse

In questi ultimi 12 anni l'utilizzo dell'OCT in Oftalmologia è diventato il "Gold Standard" per l'esame del polo posteriore. Abbiamo assistito all'evoluzione dei B-scan tradizionali e della topografia retinica, dell'esame delle immagini tridimensionali della retina e dell'interfaccia vitreoretinica. Tuttavia, il progresso maggiore, da 5 anni, è stato l'utilizzo dell'OCT en face che ha rivoluzionato le possibilità di esame del polo posteriore. L'OCT en face permette la dissezione ottica dell'interfaccia vitreoretinica, degli strati retinici, dell'epitelio retinico e della coroide, migliorando lo studio della struttura retinica e mettendo in relazione l'OCT con i sintomi, la malattia e la sua evoluzione. Attualmente l'OCT en face è presente nei più importanti Congressi Internazionali di Oftalmologia e pubblicato in tutte le riviste più lette. La recente pubblicazione dell'Atlante di OCT en face ci permette di pensare che questa tecnica abbia già conquistato un posto predominante nell'esame della retina. E' dunque arrivato il momento di organizzare il primo Congresso Internazionale di OCT en face.

Bruno Lumbroso, Philip J. Rosenfeld, Gabriel Coscas

PHOTOGALLERY