Patologie croniche oculari, interventi terapeutici e protettivi

PRESENTAZIONE 

Il Percorso Formativo “Patologie croniche oculari, interventi terapeutici e protettivi” è un corso di aggiornamento dedicato agli oculisti, accreditato presso il Ministero della Salute con il codice 275 - 89281.
Si svolgerà in modalità FAD, permettendo l'acquisizione di 37 crediti ECM e sarà on line fino al 14 APRILE 2015.

Termini per l'acquisizione dei crediti ECM riconosciuti: 
(conclusione della formazione con superamento della verifica di apprendimento, compilazione della scheda di valutazione dell’evento – obbligatoria - e relativa stampa dell’attestato):
entro il 31.12.2014: crediti validi per l’anno 2014.
dall'1.1.2015 al 14.04.2015: crediti validi per l'anno 2015.

Si evidenzia che per ottenere i crediti è necessario, dopo lo svolgimento del/i test, compilare la scheda di valutazione evento. Senza la sua compilazione, anche con i test svolti, i crediti non potranno essere erogati e dunque i vostri dati non compariranno nel rapporto di fine evento che verrà trasmesso ad Agenas/Cogeaps.

Allo scopo di rendere sempre più efficaci/efficienti futuri percorsi formativi FAD, le chiediamo la cortesia di comunicarci le sue valutazioni attraverso questionario di soddisfazione che le verrà proposto al termine del percorso formativo.

Il corso ha lo scopo di offrire all’oculista un percorso formativo pratico e schematico sulla gestione del paziente affetto da patologie oculari croniche.
Viene presentata una panoramica dei più diffusi fenomeni infi ammatori che interessano la superfi cie oculare, come le congiuntiviti di origine allergica o batterica e la sindrome da occhio secco. In questo ambito saranno evidenziate le più interessanti novità relative alla terapia antinfi ammatoria topica. Saranno inoltre trattate le patologie retiniche croniche più frequenti come la Retinopatia Diabetica e la Degenerazione Maculare Senile con particolare attenzione alla loro patogenesi infi ammatoria , e saranno evidenziate le terapie intravitreali, soprattutto con gli steroidi.

Una parte del corso sarà anche dedicata al comportamento diagnostico e terapeutico da adottare nei pazienti affetti da glaucoma primario ad angolo aperto, in coerenza con le Linee Guida della European Glaucoma Society. A tal proposito risultano essenziali le conoscenze dei meccanismi d’azione dei colliri ipotonizzanti al fi ne di poterli utilizzare nella maniera più corretta sia in monoterapia che in associazione fi ssa. Le più recenti acquisizioni definiscono il glaucoma una malattia di tipo neurodegenerativo, per le diverse affi nità con alcune patologie, come il morbo di Alzheimer.

Si ritiene fondamentale poter agire anche proteggendo le cellule ganglionari retiniche. Alcuni farmaci ipotonizzanti hanno dimostrato un effetto neuroprotettivo per via topica. Si studiano anche nuove sostanze naturali per un eventuale supporto neuroprotettivo per via sistemica.