Angiografia OCT e Fluorangiografia tradizionale

PRESENTAZIONE 

Il Percorso Formativo “ANGIOGRAFIA OCT E FLUORANGIOGRAFIA TRADIZIONALE. Tecniche a confronto nelle patologie oculari del polo posteriore” è un corso di aggiornamento dedicato agli oculisti, accreditato presso il Ministero della Salute con il codice  
4695 - 118402. Si svolgerà in modalità FAD, permettendo l'acquisizione di 16,5 crediti ECM e sarà on line fino al 28 febbraio 2016.

Termini per l'acquisizione dei crediti ECM riconosciuti: (conclusione della formazione con superamento della verifica di apprendimento, compilazione della scheda di valutazione dell’evento – obbligatoria - e relativa stampa dell’attestato):
entro il 31.12.2015: crediti validi per l’anno 2015
dall'1.1.2016 al 28/02/2016: crediti validi per l'anno 2016

Si evidenzia che per ottenere i crediti è necessario, dopo lo svolgimento del/i test, compilare la scheda di valutazione evento. Senza la sua compilazione, anche con i test svolti, i crediti non potranno essere erogati e dunque i vostri dati non compariranno nel rapporto di fine evento che verrà trasmesso ad Agenas/Cogeaps.

Allo scopo di rendere sempre più efficaci/efficienti futuri percorsi formativi FAD, le chiediamo la cortesia di comunicarci le sue valutazioni attraverso questionario di soddisfazione che le verrà proposto al termine del percorso formativo.

L’Angiografia OCT costituisce molto probabilmente una delle maggiori svolte nel campo diagnostico della retina medica.
Fin dall’esordio di questa nuova tecnica diagnostica si è tentato di sovrapporla alla Fluorangiografia tradizionale. Tale operazione ha generato ampi dubbi e diverse perplessità in quanto l’Angiografia OCT è un esame che non risente della dinamica del colorante e soprattutto si osserva strato per strato, come un OCT “En face”.
Le conclusioni che stanno giungendo a riguardo, pongono l’Angiografia OCT come un esame di diretta derivazione dell’ OCT “En face” che riporta esclusivamente dati funzionali (flusso ematico). L’Angiografia con fluoresceina fornisce immagini bidimensionali su un solo piano, l’ Angiografia OCT, invece, è un esame tridimensionale.
Questo percorso formativo, rivolto a medici oculisti, si propone di analizzare, possibilità e limiti di questa nuova tecnica rispetto all’Angiografia tradizionale con particolare riferimento alla degenerazione maculare legata all'età e alle maculopatie secondarie ad occlusione venosa e a retinopatia diabetica.